Il fascismo e la guerra

Loading video
  • raccontato da Vigoni Gianna | 1928
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 26/08/2011
Il padre di Gianna era militare di carriera in marina, motivo per cui la famiglia lo seguiva a seconda delle destinazioni. Durante la guerra da Napoli sono venuti a Roma dove Gianna ha vissuto in prima persona il bombardamento di San Lorenzo perché quella mattina era a casa di una amica; Gianna a proposito di quella mattina, racconta che Roma non era assolutamente preparata, che non esistevano rifugi e che la gente si è riversata per le strade, anche lei e la sua amica. Dopo il bombardamento il comando ritenne opportuno trasferire il padre a Belluno prima e a Vicenza poi, dove sono rimasti fino a guerra finita. Nel 1949 sono tornati a Roma dove hanno trovato la casa saccheggiata: credendo nella guerra lampo, erano partiti per il nord lasciando tutto.
visualizzato 4613

COMMENTO

0 inseriti