Bombardamenti

Loading video
  • raccontato da Filippo Buongarzoni | 1932
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 20/09/2012
Filippo era a San Lorenzo subito dopo il bombardamento per sapere notizie dei parenti che fortunatamente si erano salvati perché erano scappati a Pomezia. E’ stato fra i primi ad entrare alla Fosse Ardeatine con degli amici ebrei che cercavano i parenti; ricorda mucchi informi di corpi e mucchi di documenti. All’epoca si mangiava quello che capitava; si ricorda le pere in umido. Filippo andava a scuola a via ei Giubbonari, la mattina vedeva persone che andavano per strada rasenti ai muri, tenendosi i pantaloni sporchi, vergognandosi: erano antifascisti che venivano portati a Palazzo Braschi dove venivano picchiati e purgati con l’olio di ricino.
visualizzato 4143

COMMENTO

0 inseriti