Il fascismo e la guerra a Milano

Loading video
  • raccontato da Franca Valeri | 1920
  • caricato da Redazione | 31/07/2009
La grande Franca Valeri ci ricorda la sua infanzia a Milano, durante il fascismo prima e durante la guerra dopo: periodo difficili, di grande sofferenza che però, per via della sua giovane età, la grande attrice riusciva a vivere con una buona dosa di imprudenza
visualizzato 10320

COMMENTO

3 inseriti
angelo libranti
28/09/2010 - alle ore22:21
Mia cara, sei molto giovane e non riesci a capire come si viveva negli anni
Trenta e Quaranta. In quei tempi la vita non aveva prospettive sicure neanche in America, pensa in Europa dove c'era la Germania nazista che avevano la fregola della guerra e rompevano le scatole a tutti.
Piuttosto non mi sembra il sito adatto per propagandare dipinti dal tratto
educato ma privi di "anima".
irenedurbano
27/09/2010 - alle ore00:34
"Non era una vita con delle prospettive sicure"...
Questa frase di Franca Valeri mi rimarrà impressa.
Mi fa molto effetto e la dice lunga di cosa fosse il fascismo.

Irene

angelo libranti
01/08/2009 - alle ore22:10
Dalla grande Franca Valeri ci si aspettava qualcosa di più. Praticamente non ricorda nulla di particolare se non le cose già note: il Fascismo, la guerra, le restrizioni ed i viaggi nei vagoni merci. Li ricordo anch'io, bambino, negli anni 1943/45.