Michelangelo Goria

 
Michelangelo Goria

nato nel 1928
Torino

7 Racconti

1.8 min
Il fenomeno mai più visto a Torino ha colpito i cittadini nel 1938. Una sera il cielo si è illuminato, l'aurora boreale ha stupito la città. Molte persone l'hanno interpretata come un segno cattivo gridando: "Marca male! Marca male!" L'anno successivo è successo quello di cui temevano tutti, è scoppiata la guerra.
visualizzato 8361 volte
2.4 min
Una delle pochissime macchine che passavano nel quartiere del signor Michelangelo quando era bambino, era la macchina che veniva a prendere suo padre per portarlo a lavoro. E che lavoro era! Faceva il responsabile dell'impianto elettrico del treno reale, un lavoro importante, ma anche pericoloso.
visualizzato 9073 volte
2.8 min
Per gioco e divertimento il signor Michelangelo e gli suoi amici lanciavano e facevano scoppiare le lampadine. Forse più divertente del gioco stesso era l'impresa di rubare le lampadine usate dal deposito dell'azienda elettrica in via Frejus.
visualizzato 8478 volte
4.2 min
Uno dei passatempi per il signor Michelangelo e i suoi amici era la caccia alle lucertole. Con un po' di pazienza e un attrezzo fatto a posta le catturavano e chiudevano nelle latte. Poi si divertivano a piantarle nei grandi contenitori pieni di fagiolini, ceci o riso, che i negozianti di via Monginevro tenevano fuori delle botteghe. Le lucertole meno fortunate diventavano dei missili che i ragazzi lanciavano dalle finestre.
visualizzato 9920 volte
3.1 min
Una volta in via Perosa i bambini giocavano in mezzo della strada. Si giocava alle birille, alle figurine e a cirimela. Il signor Michelangelo ci ha spiegato come si svolgevano questi giochi.
visualizzato 9249 volte
3.8 min
Il signor Michelangelo racconta la sua infanzia in via Perosa nei tempi in cui ancora non c'era l'asfalto e in cui quotidianamente passavano dei carri tirati dai cavalli. Lo sterco di cavalli era considerato prezioso perché era un ottimo concime: per questo i ragazzi avevano il compito di raccoglierlo e di depositarlo in grandi latte del concentrato di pomodoro.
visualizzato 9088 volte
1.7 min
Quando era piccolo, suo padre ha insegnato a Michelangelo il significato della parola "lazzarone", ma non l'ha informato che il loro vicino di casa si chiamasse così di cognome.
visualizzato 8773 volte