Mario Cocco

 
Mario Cocco

nato nel 1938
Busachi

6 Racconti

5.8 min
Il signor Mario ricorda l'atmosfera che si respirava dentro la diga del Tirso, il rapporto con i colleghi e sopratutto il rapporto con i superiori che sono sempre stati molto comprensivi riguardo alla sua particolare situazione famigliare.
visualizzato 7766 volte
4.7 min
Ricordando la chiusura della sua amata diga del Tirso, il signor Mario racconta cha la diga durante la Seconda Guerra Mondiale ha resistito alle bombe, diventando non solo un'opera di grande bellezza ma un vero e proprio simbolo. La diga fu protetta da una rete a maglie e sopravvisse a due attacchi aerei.
visualizzato 9732 volte
3.8 min
Per motivi di sicurezza il livello dell'acqua nel lago della centrale Santa Chiara sul fiume Tirso fu abbassato. Il signor Mario spiega come si svolse questo ridimensionamento e quali impatti ebbe. La diminuzione della produzione dell'energia nella centrale, insieme alla carenza dell'acqua nel lago, portarono alla decisione della costruzione di una nuova centrale elettrica.
visualizzato 8378 volte
2.5 min
Mentre lavorava come preposto ai lavori, il signor Mario partecipò al processo dell'automazione della centrale. Seguì bene i lavori degli specialisti mandati da una ditta esterna per svolgere il lavoro: così bene che diventò successivamente lui la figura che si occupava delle problematiche collegate agli automatismi.
visualizzato 8204 volte
7.4 min
Dopo il disastro del Vajont nel 1963, Enel ha aumentato il livello di sicurezza delle dighe. Fu istituito l'Ufficio Controllo Dighe e fu creata una nuova figura professionale: il manutentore diga. Il sistema d'allarme del periodo della guerra fu ripristinato ed ogni giorno alle dieci di mattina la sirena di prova suonava. Per dieci anni il signor Mario fece il lavoro del manutentore diga, un lavoro di grande fiducia e sacrificio.
visualizzato 14035 volte
6.5 min
Il signor Cocco sognava di lavorare in ambito meccanico. Quando cominciò nella Società  Elettrica Sarda, per cui lavorava suo padre e in cui fu assunto tramite un'assunzione particolare, nominata "lavoro in ecomomia", ha realizzato il suo sogno. Racconta del suo primo lavoro, del lavoro successivo in un'officina e del rientro nel mondo di energia elettrica con l'arrivo di Enel.
visualizzato 8393 volte