Maria Anna Paronuzzi

 
Maria Anna Paronuzzi

nato nel 1913
Alessandria

7 Racconti

2.5 min
Per controllare che non ci fossero partigiani nascosti, i Tedeschi entavano nelle case dei cittadini. La signora Maria Anna ricorda che lo zio Angelo aveva nascosto in cantina un Russo per tutto il periodo di guerra.
visualizzato 6123 volte
4.9 min
Grazie a sua suocera che faceva l'ostetrica, la signora Maria Anna non pativa la fame durante la guerra. Molti non erano così fortunati: le porzioni del cibo erano limitate: un po' di latte e una pagnotta al giorno. Dalla guerra tornavano i ragazzi che, come zio Carlo, sopravvissero, ma persero la mente.
visualizzato 9203 volte
3.7 min
La signora Maria Anna ricorda il primo giorno di guerra a Pianezza e la fucilazione del capo dei partigani in un albergo del paese.
visualizzato 10036 volte
3.4 min
Nei tempi del Fascismo la signora Maria Anna giocò a pallamano. Per la vincita della coppa alla sua squadra fu regalato un viaggio al mare dove venne a salutarle il Duce.
visualizzato 7400 volte
4.5 min
Lavoravano in un magazzino della fabbrica Philips a Alpignano. Tutti i giorni lui la segiuva in bicicletta quando andava a casa finché un giorno non si misero insieme. Dopo una seria investgazione dalla parte della futura suocera, Maria Anna sposò suo marito nel 1938.
visualizzato 6673 volte
3.7 min
La signora Maria Anna racconta la sua infanzia. Fu nata nel 1913 a Tenda in Francia dove suo pappà costruiva la diga. Dopo la morte di padre e diversi trasferimenti la famiglia si fermò a Pianezza e Maria Anna prese a studiare per fare la maglierista.
visualizzato 7777 volte
3.6 min
Per desiderio della suocera, la signora Maria Anna si sposò in blu. La sua mamma non venne al matrimonio per un motivo che all'epoca faceva la differenza: non aveva un cappello! Dopo il matrimonio gli sposi hanno fatto un viaggio a Roma a spese dello Stato.
visualizzato 6645 volte