CARLO CANE

 
CARLO CANE

nato nel 1921
CANELLI

3 Racconti

12.4 min
Il Freddo della Russia non mi ha tolto il sorriso Il racconto di un testimone della Campagna di Russia. Cane Carlo nasce a La Morra (CN) il 30/12/1921, da famiglia contadina e frequenta le scuole elementari. Il 10/1/1941 entra come alpino a Cuneo nella caserma Cesare Battisti, dove svolge alcuni servizi in loco e nei dintorni. Circa 1 anno dopo, mentre è in attesa di tornare a casa in licenza, scopre che il permesso è stato bloccato: si deve partire per la campagna di Russia. E' in forza al Battaglione Borgo San Dalmazzo (13° Compagnia, tenente Zambelli, sottotenente Todisco): dalle Basse di Cuneo parte con la tradotta che lo condurrà nella lontana Ucraina. Qui sono narrate le vicende di quella spedizione. Dopo la Guerra rientra in Italia, si sposa ed ha una figlia. Svolge l'attività di carpentiere.
visualizzato 3103 volte
12.4 min
Il Freddo della Russia non mi ha tolto il sorriso Il racconto di un testimone della Campagna di Russia. Cane Carlo nasce a La Morra (CN) il 30/12/1921, da famiglia contadina e frequenta le scuole elementari. Il 10/1/1941 entra come alpino a Cuneo nella caserma Cesare Battisti, dove svolge alcuni servizi in loco e nei dintorni. Circa 1 anno dopo, mentre è in attesa di tornare a casa in licenza, scopre che il permesso è stato bloccato: si deve partire per la campagna di Russia. E' in forza al Battaglione Borgo San Dalmazzo (13° Compagnia, tenente Zambelli, sottotenente Todisco): dalle Basse di Cuneo parte con la tradotta che lo condurrà nella lontana Ucraina. Qui sono narrate le vicende di quella spedizione. Dopo la Guerra rientra in Italia, si sposa ed ha una figlia. Svolge l'attività di carpentiere.
visualizzato 3207 volte
11.9 min
Il racconto di un testimone della Campagna di Russia. Cane Carlo nasce a La Morra (CN) il 30/12/1921, da famiglia contadina e frequenta le scuole elementari. Il 10/1/1941 entra come alpino a Cuneo nella caserma Cesare Battisti, dove svolge alcuni servizi in loco e nei dintorni. Circa 1 anno dopo, mentre è in attesa di tornare a casa in licenza, scopre che il permesso è stato bloccato: si deve partire per la campagna di Russia. E' in forza al Battaglione Borgo San Dalmazzo (13° Compagnia, tenente Zambelli, sottotenente Todisco): dalle Basse di Cuneo parte con la tradotta che lo condurrà nella lontana Ucraina. Qui sono narrate le vicende di quella spedizione. Dopo la Guerra rientra in Italia, si sposa ed ha una figlia. Svolge l'attività di carpentiere.
visualizzato 2928 volte