Dai Barot ai meridionali

Loading video
  • raccontato da Luigi Neirotti | 1929
  • caricato da Redazione | 31/05/2011
Il signor Luigi racconta l'ondata migratoria proveniente dal meridione nel dopoguerra e riconosce l'importante ruolo dei meridionali nel ciclo produttivo delle fabbriche, dove facevano i lavori più umili. Ciò nonostante gli immigrati del sud erano discriminati come prima di loro i Barot , ovvero i piemontesi di campagna, e come lo saranno dopo di loro gli immigrati stranieri, in un ideale percorso che arriva fino ai giorni nostri.
visualizzato 7011

COMMENTO

0 inseriti