I giochi, la scuola, la vita in famiglia

Loading video
  • raccontato da Terrone Lina | 1937
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 25/08/2011
Si giocava a campana o a nascondino o si faceva l’altalena sugli alberi. Erano otto fratelli e giocavano fra di loro. Lina si ricorda di una bambolina che il cane fece a pezzi. Mentre il fratello andava a caccia di uccellini con la fionda lungo il fiume. Lina ricorda che le maestre erano molto serie e che le punizioni erano terribili: in ginocchio sui sassolini. La sera in famiglia il padre raccontava dei suoi viaggi in Africa. Non c’era la luce e Lina che amava leggere, si portava la candela a letto.
visualizzato 8472

COMMENTO

0 inseriti