Il gioco nostro

Loading video
  • raccontato da Elena Antenucci | 1930
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 29/01/2010
Si giocava con la corda, col cerchietto. Non c'erano giocattoli. Si facevano le corse per mangiare un paio di caramelle. Durante una corsa Elena si scottò una gamba perchè cadde su un braciere che era fuori dalla porta d una casa e l'ustione ci mise un mese a guarire. Faceva anche qualche marachella come quella volta che aveva allungato l'olio con l'acqua e per non prendere le botte aveva dormito nella stalla. A scuola era stata una frana: molte bacchettate e tanti pianti per non andarci più.
visualizzato 7112

COMMENTO

0 inseriti