L’infanzia e poi la guerra

Loading video
  • raccontato da Priori Ercole | 1925
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 24/08/2011
Tra i ricordi dell’infanzia Ercole ha quello del furto di una candela al cimitero, ricordo che lo ha perseguitato fino a grande per il senso di colpa. A scuola Ercole non era proprio bravo, ha ripetuto la prima per due anni. Una volta che Ercole era andato a lavorare in campagna, il padrone aveva giudicato che i mazzi di spighe di grano non erano grandi abbastanza nonostante era tutto quello che potevano tenere in una mano. Allora Ercole se li portò a casa e ci fecero pure la farina. Del periodo della guerra Ercole racconta i mitragliamenti di un aereo con muso rosso. E di quella volta che trovò una borsa e mettendo la mano dentro sentì che c’erano carta che gli sembravano soldi ma erano carte geografiche. La sorella e la zia sono morte sotto un bombardamento.
visualizzato 7177

COMMENTO

0 inseriti