La vita quotidiana

Loading video
  • raccontato da Adriano Acquistucci | 1927
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 12/09/2012
E’ stato sposato quasi cinquanta anni. Adriano dice che non ha conosciuto la moglie, l’ha incorporata. A San Lorenzo c’erano le case col ballatoio e lei abitava un civico acanto e andava a scuola con sua sorella. La sera non c’era alcun divertimento tranne il biliardo e il cinema dove Sdraino ci andava ma scartando i film di guerra: è andato a vedere Via col vento con la pagnottella visto che durava un’eternità. La TV ha subito capito che era una droga: c’era un cinema a San Lorenzo dove sospendevano la proiezione per far vedere Lascia o raddoppia. A casa dei genitori non avevano il telefono, appena sposato è stata la prima cosa che è arrivata in casa. A San Lorenzo il gas è arrivato dopo la guerra, si cucinava sul fornello col carbone e la carbonella. La madre era una cuoca straordinaria. Adriano ha avuto la prima macchina nel 1951. Non passa più da San Lorenzo perché è tutto cambiato: all’angolo di via dei Sardi con via dei Volsci c’era la sora Lucia la velletrana che faceva certi spaghetti agli olio e peperoncino… adesso c’è un ristorante indiano.
visualizzato 6353

COMMENTO

0 inseriti