Malato di tifo in tenera età

Loading video
  • raccontato da Luigi Nocera | 1923
  • caricato da Redazione | 22/10/2008
Nel '31, un'epidemia di tifo colpì Castellammare e anche Luigi venne contagiato: solo le amorevoli e attente cure del padre, che consistevano in un bagno in acqua fredda ogni giorno, gli permisero si sopravvivere, nonostante più di un mese di febbre altissima e una notevole perdita di peso.
visualizzato 8618

COMMENTO

1 inseriti
rita
30/01/2010 - alle ore12:38
Ho avuto l'immenso piacere di conoscere questa straordinaria persona...
dal carisma eccezionale...
starei giorni interi ad ascoltarlo
grazie grazie grazie