Ferrante Iva

 
Ferrante Iva

nato nel 1925
Roma

3 Racconti

11.2 min
I bambini erano ancora piccoli quando la Somalia, conquistata l’indipendenza, cominciò una politica di liberazione dagli straniere. La scuola italiana chiuse, le aziende passarono di mano. Non fu un passaggio facile anche perché nello stesso periodo scoppiò una epidemia di colera. Il marito di Iva era già rientrato in Italia col figlio più grande, Iva aspettava di chiudere l’anno scolastico. E tutti i legami alla fine si sono interrotti anche con le persone somale che erano state più vicine.
visualizzato 7665 volte
9.9 min
La più grande delle sorelle si era sposata molto giovane con un militare e nel 1950 aveva seguito il marito in Somalia che era ancora protettorato italiano. Iva, già laureata in lingue con specializzazione in inglese, andò a trovarla per le vacanze estive e si trovò invitata ad insegnare nella scuola italiana di Mogadiscio. Ci è rimasta diciotto anni, lì ha conosciuto il marito che dirigeva una piantagione di banane, lì sono nati i due figli. Era una vita bella: belle frequentazioni, inviti in ambasciata.
visualizzato 7897 volte
7.5 min
Iva ha vissuto una infanzia tranquilla a Lecce. Tra i giochi preferiti c’erano le rappresentazioni, testi semplici improvvisati dalle letture. Le famiglie facevano da pubblico ma era bello vestirsi con gli abiti dei grandi. Quando scoppiò la guerra Iva, adolescente, stava appunto giocando con le amiche. Era difficile esprimere un giudizio anche in seguito, dato che a Lecce non ci furono particolari eventi. Iva ha studiato lingue all’università di Napoli. Ci era arrivata con le scarpe basse accompagnata dalla madre che, pur avendo fatto solo le scuole elementari, voleva che le tre figlie invece studiassero fino ai massimi livelli.
visualizzato 8239 volte