Santo Zingales

 
Santo Zingales

nato nel 1932
Albano

6 Racconti

8.0 min
Prima di andare in Germania, santo lavorava negli agrumeti. Altri andavano in mare a pesca di acciughe da conservare. In quegli anni non si andava in vacanza, il mare era luogo di lavoro. Solo ad agosto e solo i ragazzini prendevano le barche piccole per andare a fare un giro. Non c’era lavoro o se c’era era in nero e non c’erano di conseguenza pensionati, tranne i maestri di scuola. Chi era capace faceva il contadino in mezzadria col proprietario della terra.
visualizzato 5178 volte
5.5 min
Durante la guerra Santo portava limoni e arance nelle stazioni dove si fermavano le tradotte con i militari che andavano al fronte. E i militari gli davano qualche biscotto. C’era tanta fame e nessuna differenza fra ricchi e poveri perché i ricchi non c’erano più. Si mangiava solo minestra. I tedeschi non si sono mai comportati bene con la popolazione: Santo ricorda di quella volta che si era avvicinato ad un tedesco e il tedesco con un calcio gli ha rovesciato il cestino dove aveva faticosamente raccolto delle nocciole. Santo aveva reagito e il tedesco gli ha quasi sparato
visualizzato 5206 volte
2.3 min
Santo si ricorda che nel dopoguerra gli italiani hanno cominciato ad andare nelle miniere in Francia e in Belgio. C’era tanta miseria. Poi verso la metà degli anni ’60 le cose hanno cominciato ad andare meglio. Santo è andato a lavorare in Germania alla ricostruzione delle fabbriche che erano state distrutte durante la guerra.
visualizzato 5502 volte
4.9 min
Quando sono arrivati gli americani Santo ha visto tante volte tedeschi uccisi dopo gli scontri. I tedeschi spesso facevano imboscate agli americani un po’ per rappresaglia un po’ per coprire la fuga degli altri. E negli scontri non si facevano prigionieri. Una brutta battaglia fu quelle di Caronia: i tedeschi hanno ucciso non meno di 2000 soldati nel tentativo di sbarco. Poco dopo è arrivata l’aviazione americana e ha distrutto la postazione tedesca e così è potuto avvenire lo sbarco. Santo si ricorda che i militari americani erano quasi tutti neri. E che la guerra sembrava più una sequela di vendette rappresaglie.
visualizzato 5544 volte
5.4 min
Santo da bambino giocava con la trottola fatta di legno che veniva lanciata per terra avvolta in uno spago. Con due pezzi di legno di giocava a fare i duelli di spade fra cavalieri. Santo ha comprato la prima macchina nel 1969 quando c’erano già i figli e lui lavorava a Messina. I figli giocavano a pallone nelle squadre di promozione. Uno dei due sembrava dovesse fare carriera ma dopo un incidente non ha voluto più giocare.
visualizzato 5756 volte
4.5 min
Quando Santo era ragazzo il corteggiamento consisteva nel vedere una ragazza, parlare col padre di lei, il padre di lei prendeva informazioni sul ragazzo e dopo, se le informazioni erano buone, il padre dava il permesso di conoscere la ragazza. Le ragazze non portavano i pantaloni perché si sarebbero viste le forme e le gonne erano sotto il ginocchio. Non c’era riscaldamento, né televisione. Le serate passavano intorno al braciere con la fidanzata accanto ma guai a sfiorarle la mano. La prima volta che si passava da soli era la prima sera dopo il matrimonio. In tutte le altre circostanze i fidanzati erano sempre in compagnia. Santo si è sposato a 25 anni.
visualizzato 5519 volte