Coniugi Occhipinti Farina

 
Coniugi Occhipinti Farina

nato nel 1939
Chiaramonte Gulfi

12 Racconti

1.8 min
Durante la seconda guerra mondiale Vito Occhipinti era solo un bambino. Ricorda i bombardamenti e la grotta dove la famiglia trovava rifugio. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 7772 volte
1.4 min
I ricordi della mietitura nel mese di giugno: le invocazioni e le preghiere a San Giovanni. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 7180 volte
1.7 min
Da ragazzi, la passione per la musica e il ballo. Il ricordo è di lunghe strade percorse a piedi di notte per raggiungere i luoghi dove si suonava. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 7566 volte
2.9 min
Il festival di San Remo era vissuto come un evento che coinvolgeva tutta la comunità. Si ricorda in particolare come, essendo la casa non collegata alla rete elettrica, si usasse la batteria dell’automobile per il funzionamento del televisore. L’altro evento straordinario legato all’uso della televisione fu lo sbarco sulla luna. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 7152 volte
6.6 min
La casa in campagna dei coniugi Occhipinti fu raggiunta dalla rete elettrica solo nel 1990. In precedenza, l’uso degli elettrodomestici e dell’energia per l’illuminazione era reso possibile grazie all’impiego di un gruppo elettrogeno acquistato per il funzionamento di una mungitrice. Nei ricordi i dettagli del menage domestico orientati al risparmio dell’energia elettrica. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 8090 volte
1.2 min
Il lavoro di camionista comportava un lungo orario di lavoro e, soprattutto, la prolungata assenza da casa. Con l’acquisto di quattro mucche iniziò l’attività di allevatore, scelta fortemente appoggiata dalla moglie. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 6969 volte
1.1 min
Il viaggio di nozze fino a Reggio Calabria, con una 500 decappottabile presa in affitto, durò quattro giorni. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 8085 volte
1.5 min
Sposi nel 1965, i coniugi Occhipinti sono orgogliosi di avere innovato una tradizione, secondo la quale sarebbero dovuti rimanere chiusi in casa per qualche giorno, ricevendo le visite dei parenti. Scelsero invece di fare il viaggio di nozze. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 7613 volte
1.8 min
Secondo consuetudine, una settimana prima delle nozze la madre della sposa doveva consegnare ai consuoceri un certo numero di pezzi di biancheria, come dote concordata. Maria Farina ricorda il caso della cugina che rischiò di mandare a monte il matrimonio perché al momento della consegna della biancheria, i suoceri si accorsero che mancava una coperta. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 8136 volte
1.1 min
Il racconto dell’acquisto della prima automobile nel 1957, una Balilla di seconda mano. Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 8082 volte
12