La dura quotidianità dei bambini “adduvati”: povertà, fatica, paura

Loading video
Il racconto della storia del padre Angelo affittato come pastorello all’età di 6 anni, una consuetudine per le famiglie povere che non potevano mantenere i bambini. Quando un bambino veniva “adduvato”, la responsabilità passava dai genitori al massaro che lo prendeva alle sue dipendenze. Il tema dei bambini “adduvati” e della durissima vita quotidiana a cui vengono sottoposti è anche trattato in Angelo Gurrieri, Nulla di personale. Autobiografia di un comunista, a cura di Pippo Gurrieri, Ragusa, Sicilia Punto L, 2002.

Vai a www.archiviodegliiblei.it
visualizzato 9247

COMMENTO

0 inseriti