La guerra non ferma i giochi!!!

Loading video
  • raccontato da Luciano | 1937
  • caricato da Provincia di Roma - Per la memoria | 28/01/2010
Si giocava a nizza: era un pezzo di legno appuntito che si batteva con un bastone per farlo andare più lontano possibile. Si giocava ad acchiparella, con altalena, al pallone fatto con gli stracci, si facevano correre i cerchioni delle biciclette. Era meglio di adesso anche perchè c'era spazio. E i giochi siccome non c'erano soldi bisognava inventarseli.
visualizzato 6473

COMMENTO

0 inseriti