Rosalia Giacosa

 
Rosalia Giacosa

nato nel 1922
Alba

10 Racconti

6.0 min
Un vero amore quello fra la signora Rosalia e suo marito. Conosciutisi da giovani presto il ragazzo chiese alla giovane Rosalia di voler diventare sua moglie, ma prima che si potettero sposare fu richiamato alle armi. Inizia così un intenso rapporto epistolare che viene bruscamente interrotto nel momento in cui il futuro marito della signora Rosalia, viene fatto prigioniero in Africa dagli Inglesi. Ma sia lui che lei non smisero di spedire le lettere che alla fine arrivarono tutte assieme. La signora Rosalia ha custodito gelosamente gli scatoloni delle lettere fino a quando suo padre per sbaglio non li ha regalati al fuoco.
visualizzato 7945 volte
5.0 min
La signora Giacosa fu mandata a imparare il mestiere di sarta in un negozio di tessuti. Lì ebbe due avventure interessanti: un corteggiatore particolare e l'ingresso in un luogo "chiuso"...
visualizzato 9109 volte
4.0 min
Alba fu liberata dai partigiani e cominciò il periodo della Repubblica Partigiana di Alba. Dopo neanche un mese, il 2 Novembre 1944 i Tedeschi riconquistarono la città. La signora giacosa stava cercando di tornare a casa da sua madre quando un bomba le cadde a pochi metri di distanza.
visualizzato 9754 volte
5.3 min
Durante la guerra la signora Giacosa viveva nell'albergo Savona di Alba dove lavorava la madre. L'albergo era stato requisito dai tedeschi come comando base e i rapporti con loro non erano dei migliori, tanto più perché dei cugini della signora Giacosa erano partigiani. Fortunatamente fra gli occupanti c'era anche un ragazzo fiorentino, di nome Maggio, facente parte della milizia della Repubblica di Salò, che era buono e aiutava tanto i civili dell'albergo che segretamente i partigiani.
visualizzato 8554 volte
4.4 min
La signora Giacosa racconta la sua infanzia, con la mamma che lavorava nelle cucine dell'Hotel Savona di Alba. Poi trovò lavoro a Collegno in un cotonificio, in un ufficio che controllava la resistenza dei teli lavorati di cotone.
visualizzato 8772 volte
2.9 min
Rosalia ci racconta come da bambina giocava con le sue amiche alla bottega. Grazie alla fantasia riuscivano a immaginare i tipici utensili di una bottega ricavandoli da tutto ciò che trovavano nei campi
visualizzato 9032 volte
2.1 min
la descrizione dettagliata di come si preparava una volta il caffè, con una particolare caffettiera smaltata e con l'aggiunta dell'olandese, una sostanza che colorava l'acqua...
visualizzato 12694 volte
2.1 min
Quarant'anni fa non esisteva il concetto di immondizia, poichè non esistevano scarti: tutto poteva assumere funzionalità differenti a seconda della situazioni, risultando comunque sempre estremamente utile.
visualizzato 11442 volte
2.1 min
Quando le donne si svegliavano, si preoccupavano di portare la colazione agli uomini già nei campi da diverse ore; così, armate di ceste piene di verdure, li raggiungevano nei prati e preparavano alla meglio una specie di tavolata.
visualizzato 11168 volte
2.0 min
Una volta alla settimana, si preparava in ogni casa la pasta per il pane, la si lasciava a lievitare per un'intera nottata e la si portava il giorno seguente dal panettiere, al quale era affidata la cottura nel suo grande forno.
visualizzato 11942 volte