Vite, gelso e canapa. Agricoltura integrata

Loading video
  • raccontato da Carlo Gaggioli | 1930
  • caricato da Redazione | 03/09/2008
utili consigli per far crescere nel modo migliore vigna, gelsi e canapa indiana: trucchi del mestiere che già adottavano gli antichi romani e che vennero ripresi dai frati benedettini.
visualizzato 10573

COMMENTO

1 inseriti
Virghil
03/09/2008 - alle ore20:52
..... Carlo ci ha raccontato i suoi ricordi di campagna con i suoi vigneti consociati a piante di gelso ( tutori vegetali ) e canapa ( canapa sativa , tessile non INDIANA ) . Purtroppo la " modernita' " ha bloccato le tradizioni contadine , ma allo stesso modo anche l'ignoranza ( botanica e culturale ) ha dato un buon supporto con il risultato che oggi non viene piu' piantata nemmeno una pianta di canapa ( anche se tessile ) alla luce del sole . La canapa ha dimenticato di aggiungere Carlo , una volta serviva per la produzione di carta , cordame e tessuto , non per scopi ludici ( anche se , non ci sarebbe nulla di male ) . Attualmente invece un altro Carlo ( Giovanardi ) , con il pretesto della lotta alla droga e al crimine impedisce perfino la coltivazione domestica della canapa .

Quanta ignoranza e presunzione , voler confondere la canapa con la pianta di papavero !


Grazie a Carlo ( Gaggioli non Giovanardi ) , che ci ha testimoniato come un tempo invece , la canapa ( una pianta dalle mille risorse ) veniva tranquillamente coltivata in mezzo alle vigne .